Senza foglie niente Orisha : ricerca di chi non usa più sangue animale.

Mi chiamo Fadunnì, omò Ologun edè.

Sono il babalorishà reggente di Ilè ashé olò orisha, in Italia.

Sto cercando altri Babalorisha, Yalorisha, Obà, Oluwo che NON utilizzano più il sangue animale all’interno del cerimonie e dei rituali di Candomblé, Ifá, o Vodoun.

Mi piacerebbe scambiare informazioni con queste persone, scambiare soluzioni e tecniche che io ho trovato e che loro hanno trovato.

Convinto che la nostra spiritualità ha saputo adattarsi nel corso dei millenni, sono consapevole che l’umanità è in un momento di un grande e meraviglioso cambiamento.

Così come i nostri Ancestri hanno smesso di sacrificare vergini e ed esseri umani sugli altari degli Orisha, oggi siamo di fronte ad un nuovo grande cambiamento.

Il nostro pianeta ed i suoi abitanti hanno sempre meno bisogno di carne.

Tutta la consapevolezza dei nuovi uomini risvegliati negli ultimi anni, va verso forme di vegetarianesimo, veganesimo, e fruttarianesimo.

Così, come abbiamo smesso di usare i sangue umano sostituendolo con quello animale,  adesso , secondo me, è necessario trovare il modo di sostituire il sangue animale con altro sangue, conservando il potere e il mistero dell’offerta sacrificale.

Annunci

Yami Oshòrongà

Un’interessante articolo sul segreto della magia di Oshorongà:

http://candombles.blogspot.com/2012/07/iya-mi-osoronga.html?m=1

Okò

Storia, mitologia, significato e simboli di Okò, l’Orishà dell’agricoltura e della fertilità.

http://www.vetorial.net/~rakaama/o-orixaoko.html

Caratteristiche e qualità di Òsùmàrè 

Òsùmàrè  è l’Orisha dell’Arcobaleno e della trasformazione. E’ l’Orisha della divinazione, grande stregone, babalawo e guaritore. Ha doppia rappresentazione, sia come arcobaleno sia come uomo serpente. Porta tra le mani due serpenti di metallo giallo o bianco, rappresentano il lato maschile e il lato femminile, a seconda del cammino. Il suo saluto é: A Run Boboi!!!, che significa: Noi adoriamo l’intermediario!

Qualità Nago/Vodun:

Dan – Vodun conosciuto e adorato in Ketu con il nome di Òsùmàrè , è il serprente che partecipò alla creazione. Si tratta di una qualità benefica, legata alla pioggia, alla fertilità e all’abbondanza; mangia uova e olio di palma. Come un tipo umano, è generoso e anche spendaccione.

Vodun Dangbe – E ‘un Òsùmàrè  vecchio, sarebbe il padre di Dan; governa i movimenti delle stelle. Meno agitato di Dan, ha una grande intuizione e può essere un indovino esperto.

Vodun Bessem – si veste di bianco e porta una spada. Bessem è un guerriero generoso e nobile, ambizioso, un tipo combattivo di Òsùmàrè , meno superficiale di Dan. Aido Wedo è anche una qualità di Òsùmàrè .

Vodun Azaunodor – è il principe bianco che risiede in Baobá, connesso con gli ancestri; mangia frutta e “prende tutto di due.”

Vodun Frekuen – è il lato femminile di Òsùmàrè , rappresentato dal serpente più velenoso. Il lato maschile di Òsùmàrè  di solito è generalmente rappresentato dall’Arcobaleno.

L’ Orisha Òsùmàrè ha anche diversi altri nomi in Africa come in Brasile, e come accade per tutti gli altri Orisas, questi nomi fanno riferimento alle città, leggende o culti specifici di una determinata regione, e per questo ottengono le proprie peculiarità e costumi; alcuni di questi altri nomi sono: Akemin, Botibonan, Besserin, Dakemin, Bafun, Makor, Arrolo, Danbale, Akotokuen, Kaforidan, Danjikú, Aido Wedo, Foken, Darrame, Averecy, Akoledura e Bakilá. Osumare Araka è il nome di una delle più antiche case di Candomblé a Bahia, Axé Ilê Oxumaré Araka.

Fonte: http://segredoseencanto.blogspot.it/2012/12/qualidades-de-osumare_3.html?m=1

Ogum

Un articolo sulle varie qualità di Ogum e delle sue caratteristiche principali.

A TRADICIONAL RELIGIÃO AFRICANA: OGUM/GU/ROXEMUKUMBE – PARTE VI – QUALIDADES OGUM YORUBÁ:

‘via Blog this’

Eshù, nero rosso bianco

Interessante articolo sulla figura di Eshù  e sulle sue caratteristiche principali.

http://theorishas.blogspot.it/p/eshu.html?m=1

The ori – Ifa Foundation International

Spiegazione sul significato e  sulle funzioni di Orì.

the ori – Ifa Foundation International:

‘via Blog this’